Nuova routine mattutina: come iniziare la giornata col buonumore?

Non è un sogno, ma dipende tutto da te! E non ci vuole poi molto impegno, non serve un indicibile sforzo, non hai bisogno di una bacchetta magica, non devi aspettare che accada qualcosa di grandioso. Bastano piccole cose perché possa accadere.

Il segreto per una nuova routine? Impara a rallentare

Jorge Luis Borges, nella sua poesia Istanti, scriveva che di questo è fatta la vita: solo di momenti da non perdere… Allora, come fare per alzarti dal letto con un bel sorriso stampato sulla faccia, ma soprattutto inciso nel cuore? Prima di tutto, giù le mani da smartphone, tablet e pc per almeno mezz’ora dal risveglio e concediti una bella colazione fatta con calma. In questo periodo di tempi lenti, chi può se li goda.

colazione sul balcone

Scopri cosa ti fa sentire bene davvero

La sveglia presto, comunque. Un capo comodo che ti accarezzi e assecondi la voglia di sentirti bene (e bella!) e il bisogno di comfort assoluto (guarda la jumpsuit tricot di Bolamì, realizzata a mano in morbidissimo filato di cotone e viscosa made in Italy, con scollo a V e gamba ampia quanto basta: è il mix ideale di coccole e classe). Una maschera sul viso mentre bolle l’acqua per il té. La tua canzone preferita in sottofondo. Un caffè preso sul balcone, cercando di ascoltare i suoni della natura, di osservare quello che prima ti sfuggiva… la tua nuova routine si nasconde nelle piccole-grandi cose.

la jumpsuit Bolamì tricot lavorata a mano
La jumpsuit dorata creata da Michela Mazzini, designer di Bolamì, è tutta lavorata a mano

Lo sapevi? Anche l’ozio è rigenerante!

Se hai sempre vissuto una vita frenetica, incastrando impegni e facendo più cose contemporaneamente (vedi alla voce “donna”), può non essere semplice dedicarti a questa sorta di nuova lentezza, intervallata da attimi di puro vuoto mentale. Ma sappi che le pause nella tua nuova routine sono indispensabili per la salute psicofisica, per focalizzarsi meglio, per riscoprire il piacere di esistere, semplicemente. Vedrai: dal ritmo e dalla serenità che riesci a infondere ai tuoi risvegli, alle tue mattine, dipende tutto il resto.

piedi fuori dalle coperte in relax

Ricordati sempre che ci sei anche tu

Poi, nel corso della giornata, ritagliati dei frammenti di tempo da dedicare a te sola: che si tratti di qualche pagina di libro da leggere seduta al sole, in compagnia delle rondini che garriscono esuberanti nel silenzio della città; o delle tue piante da accudire (sorprendendo una farfalla tra i primi boccioli); o di un film in cui perderti, rannicchiata sul divano. Vedi? Basta poco. Un passo alla volta. Un pensiero positivo alla volta.

Nuovi occhi con cui guardare e affrontare -cercando sempre altre angolazioni- questi momenti stra-ordinari. Che mettono alla prova ma che, comunque (come Borges insegna), non vanno persi.

una farfalla tra le mani