Scrivere (sì, proprio con carta e penna!) un diario è una terapia magica e potente 

Sembra più facile dirlo che farlo, vero? Se anche tu sei tra quelle che ci hanno provato diverse volte, ma senza buoni risultati e cedendo subito le armi, sappi che questo è il momento giusto per riprovare. Tenere un diario aiuta a mettere nero su bianco paure, emozioni, ansie, desideri, speranze…  Così puoi  riuscire a vederci chiaro, a dipanarle, affrontarle. Trovare un senso, per poi girare pagina.

Sei confusa? Metti in ordine le tue emozioni

Mettere ordine in casa, negli armadi o anche sulla propria scrivania, permette di organizzare meglio il lavoro, di capire quello che si possiede, quello che manca, di trovare cose che si credevano perdute, di collocarne altre nella giusta posizione, di avere tutto a portata di mano e una visuale d’insieme più chiara. Lo stesso vale quando serve mettere ordine nelle proprie emozioni.

pila di libri e quaderni

In periodi di grande stravolgimento, durante eventi che hanno un forte impatto sulla nostra vita e sulla nostra psiche, tenere un diario potrebbe equivalere perfino a mesi di terapia. Fidati, non ti serve molto: un taccuino o una vecchia agenda intonsa che aspettava solo il suo momento e venti minuti tutti per te.

Tutti i grandi tenevano diari: da Anne Frank a Mark Twain, da Frida Kahlo a Marylin Monroe, da Jack Kerouac ad Albert Einstein, i grandi viaggiatori, i grandi poeti e scrittori, i grandi musicisti, i grandi personaggi … Tutti animati dal desiderio – o dal bisogno – di fermarsi un attimo per concentrare su un foglio quello che stavano provando, vedendo, sperimentando… Per se stessi, o per lasciare traccia di sé e della storia a chi sarebbe venuto dopo di loro.

Ascoltati e dai libero sfogo a ogni tuo pensiero

Vuoi provare? Mettiti comoda, chiudi gli occhi, guarda dentro di te e dai libero sfogo ai tuoi pensieri. Non importa come scrivi, quanto scrivi, non importa se non trovi le parole giuste, se inciampi, se le tue frasi sono malferme. Non è questo che conta.

Cerca solo di ascoltarti. Poi, puoi anche aggiungere disegni, scarabocchi, appunti fitti fitti, foto, ritagli, petali di fiori… Metti sempre la data quando inizi e cerca di rendere questo sfogo creativo una routine.

my life journal xPniC9gBr0E unsplash 1

Se tenere un diario giornaliero ti sembra troppo impegnativo, allora scrivi la lettera che non hai mai avuto il coraggio di scrivere, una lista di buoni propositi, di nuovi obiettivi che ambisci a raggiungere, di viaggi che ti piacerebbe intraprendere, di tutto quello che vorresti davvero fare una volta terminata la fase del social distancing.

Penna e foglio bianco sono un’arma vincente, qualsiasi cosa tu scriva

Sei totalmente libera. Puoi scrivere riflessioni profonde o critiche feroci. Ma puoi anche dedicarti ad argomenti lievi. Per esempio, vuoi raccontare di un nuovo look che vorresti diventasse il tuo segno distintivo d’ora in poi? Vuoi portare una ventata di aria fresca nel tuo guardaroba, rivoluzionandolo in nome della primavera e della rinascita? Fallo!

Annota gli acquisti che vorresti concederti e crea una sorta di wish list diary da arricchire di giorno in giorno (PS dai un occhiata sul sito di Bolamì e punta su abiti in boccio che sono un toccasana per l’umore o su costumi coloratissimi, che oltre a essere splendidi  rendono omaggio al nostro più bel Made in Italy, perché si tornerà al mare prima o poi e lo si farà con stile e consapevolezza!).

abito copricostume con stampa floreale d'ispirazione africana
L’abito al ginocchio in cotone e seta di Bolamì è stampato all over di fiori effetto batik d’ispirazione africana: lascia le spalle nude, ha fiocco in vita e balza sul fondo

Sai cosa diceva il grande poeta e scrittore Fernando Pessoa nel suo Libro dell’inquietudine? «Se scrivo ciò che sento è perché, così facendo, abbasso la febbre di sentire». Vedrai, ogni riga, ogni pagina, alleggerirà il tuo carico di preoccupazioni, ti renderà più fluida e positiva. Perché non solo darai una forma a paure e dubbi, ma ti schiarirai le idee e riuscirai a concentrarti sulla prossima mossa che farai per stare bene  e farti del bene.

E quando, tra mesi o anni rileggerai queste pagine, quelle che oggi sono un’àncora di carta saranno per te un prezioso ricordo, la prova della tua forza, del tuo coraggio e della tua capacità di reagire alle prove più dure. Con la mente e con il cuore.