Hai mai sentito parlare della “sindrome della capanna”?

È una particolare situazione evidenziata ultimamente dagli psicologi. Dopo un lungo periodo trascorso tra quattro mura, molti di noi percepiscono come ansiogena la realtà esterna. In pratica: si ha paura di lasciare la propria casa, di abbandonare la sicurezza della propria “capanna”, del proprio “nido” o, più semplicemente, non si ha molta voglia di uscire, di esplorare, di andare allo scoperto. L’avresti mai detto? Interi mesi trascorsi scalpitando a causa del lockdown, e poi quando è possibile mettere il naso fuori (non solo sul balcone) e toglierci le pantofole, ci viene difficile farlo e si resta lì, dietro un vetro…

pratik gupta F3O ORwH4Rc unsplash

I cambiamenti ti spaventano? Calma, puoi farcela

Se ti è capitato di avvertire questa sensazione, stai tranquilla: è una reazione del tutto normale che si può superare in pochissimo tempo. Tutto sta nella nostra capacità di adattamento e flessibilità. Il nostro cervello, infatti, è predisposto ad adeguarsi alla realtà che ci circonda, trasformandola in breve in una nuova abitudine. Per qualcuno, però, soprattutto chi ha un temperamento meno esplorativo e più difensivo, questo processo di cambiamento è più difficile da mettere in atto.

E scatta il bisogno di proteggersi, di rimanere in quel nido o capanna che è la nostra casa, perché esplorare l’ignoto ci intimorisce un po’: se non trovassimo più i nostri punti di riferimento? Se tutto ci si presentasse come un dedalo impossibile da attraversare? Prima cosa: non perdere la calma. Abbiamo dentro di noi gli strumenti giusti per affrontare la situazione con lucidità e un pizzico d’ingegno.

beasty hktkNOBN8y8 unsplash

Il trucco? Allenarsi alle novità, ogni giorno

Abbiamo diversi fattori dalla nostra parte: un ritorno alla normalità graduale e progressivo e il fatto di conoscere già quello che ci aspetta, perché l’abbiamo già vissuto prima del lockdown. Ma, se queste convinzioni non bastassero alla nostra mente, passa al piano B: porta il tuo cervello in palestra! Sì, proprio così! Devi allenarti alle piccole novità, ogni giorno. Modificare leggermente la routine quotidiana è un esercizio che può essere anche divertente e sorprendente.

Come fare? Basta pochissimo, ma devi farlo in modo costante, proprio come quando ti iscrivi a un corso di pilates. Prova a cambiare il posto in cui ti siedi sempre a tavola. O mettiti nei panni di un’esploratrice e cerca un percorso diverso e alternativo per recarti al lavoro o a fare la spesa.

christian joudrey 9Dh40gnWHS4 unsplash

Lasciati andare: non puoi avere sempre tutto sotto controllo

Oppure, prova semplicemente a cambiare marca di un prodotto a cui sei abituata, a guardare un film o scegliere un libro senza esserti  informata sulla trama, solo perché ti intriga il titolo. E, se stai pensando a nuovi acquisti, scegli un colore nuovo che ti piace ma che non hai mai avuto il coraggio di indossare. Vuoi una dritta? Sul sito di Bolamì trovi costumi e fuoriacqua in sfumature straordinarie. Cosa ne dici dell’energetico e vitale giallo girasole? Dai, buttati, sperimenta, osa, scopri, divertiti!

Bolamç AlbaOVER 04

E ora… spicca il volo!

Vedrai: così facendo ti abituerai ad accogliere le novità senza nemmeno accorgertene e abbandonerai lo stato di allerta in men che non si dica, per diventare un’abile e curiosa scout della nuova realtà che ti circonda. Ciao ciao capanna, io spicco il volo, ci vediamo al mio ritorno!

shreyas malavalli 3r0Kchy F A unsplash