Nuotare è sempre una buona idea

Forse niente come il nuoto è capace di trasportarti in un’altra dimensione. Ti lasci avvolgere dall’azzurro. Senti solo il battito accelerato del tuo cuore. La tensione dei muscoli. Quel suono ovattato di onde distorte e attutite. Quella sensazione di pace. Nuotare è il modo migliore per scaricare la tensione di una giornata difficile o per prepararsi ad affrontarne al meglio una che sappiamo già ci metterà a dura prova. Per liberare la mente dai pensieri negativi. Per sfinirsi ma poi, alla fine, sentirsi più cariche che mai.

Che tu sia una nuotatrice provetta o un’absolute beginner, non fa differenza: l’acqua è il nostro elemento e ci restituisce energia. Se le tue vacanze sono ancora lontane, se non hai intenzione di passare ore in coda nel weekend per raggiungere il mare più vicino a te, se non sei in vena di pallonate, schiamazzi e sabbia che ti riempie il telo, l’alternativa perfetta a un tuffo dove il mare è più blu è… un tuffo nell’azzurro di una piscina!

azzurro piscina                     

La piscina, luogo tutto da (ri)scoprire

Hai mai provato a iniziare la giornata con una nuotata in piscina, alle prime luci dell’alba? O a spaccare in due la tua routine in ufficio con qualche vasca rigeneratrice in pausa pranzo? O a scaricare tutte le tensioni provocate dal tuo capo, facendoti cullare dalle acque della piscina a fine giornata? In ogni caso, la piscina diventa un contenitore di emozioni, un diffusore di benessere, una fonte di enorme soddisfazione. I motivi? Infiniti! Quando nuoti utilizzi tutti i muscoli del corpo o quasi: l’acqua diventa così un campo d’allenamento d’eccezione.

Il bello è che quando siamo immersi nell’azzurro, la percezione del nostro peso si riduce di oltre la metà perché è proprio l’acqua a sorreggerci. I benefici? Infiniti, anche loro! Per la colonna vertebrale, per ridurre la pressione arteriosa, per sciogliere molti grassi in eccesso tonificando i muscoli (senza sudare!), per bruciare oltre 255 calorie con mezz’ora di stile libero, per rassodarti braccia, gambe, glutei, dire addio alla cellulite e assumere una postura dritta, orgogliosa, sana ed elegante e chi più ne ha più ne metta!

azzurro

Piscine da favola, da brivido, sacre o illusioniste: a ognuna il suo azzurro

Poi, vuoi mettere la soddisfazione e la fiducia in te stessa ogni volta che raggiungi il numero di vasche che ti eri prefissata? Il nuoto mette di buonumore perché dopo la fatica il cervello rilascia endorfine e, insieme, un grande senso di appagamento. Abbatti la pigrizia e tuffati nell’azzurro: in Italia abbiamo piscine eccezionali, soprattutto quando si parla di alberghi di lusso (una su tutte: la celebre piscina del Belmond Hotel Caruso, sospesa sul mare di Ravello: un’infinity pool amata dai divi di Hollywood che sembra gettarsi nel vuoto ed è ritenuta, a ragione, una delle più belle al mondo).

Ma per fortuna, abbiamo anche molte piscine pubbliche, alcune delle quali si rivelano location fuori dal comune come, per esempio, i Bagni Misteriosi di Milano (ex piscina Caimi, in zona Porta Romana) che oltre a proporre due ampie e chiccosissime vasche all’aperto sono uno spazio culturale dove assistere a spettacoli teatrali, mostre, concerti…  A Firenze c’è la Piscina le Pavoniere immersa nel bel parco delle Cascine, affiancata da un’antica ed elegantissima villa: di giorno si nuota, di sera si balla a bordo vasca. Più a Nord, la piscina pubblica di Sestriere, immersa nelle Alpi Cozie, offre due vasche di acqua riscaldata per godersi la meraviglia del paesaggio sia d’estate che d’inverno.

azzurro acqua

Dall’Italia al mondo intero: l’azzurro colora piscine straordinarie

Tra le piscine più incredibili del pianeta, l’Italia vanta anche Y-40 a Montegrotto Terme (PD): è una piscina da record, profonda ben 40 metri, dedicata ad apneisti e subacquei e riepita (udite, udite!) con acqua dolce di origine termale. E quando si parla di piscine pazzesche, è in buona compagnia: basti pensare a quella più lunga che si trova in Cile, nel resort di San Alfonso del Mar, che supera il chilometro di lunghezza e può perfino essere navigata con piccole imbarcazioni a vela. Per riempirla servono 250 milioni di litri d’acqua!

Vogliamo parlare della piscina del Golden Nugget Hotel di Las Vegas? Si snoda attorno a un impressionante acquario posizionato al centro. Cosa c’è di strano? Nei suoi 200mila litri d’acqua ospita piranha e cinque specie di squali!

azzurro mare

E se ami la sensazione di trovarti sott’acqua ma non hai voglia di bagnarti? La Piscina di Leandro Erlich fa per te. È un’installazione d’arte con sede permanente presso il Museo d’Arte del XXI secolo di Kanzawa, in Giappone. Il designer argentino l’ha costruita utilizzando due lastre di vetro che contengono uno strato d’acqua: sovrapponendole alla piscina vuota, creano l’illusione che ci sia dell’acqua all’interno della vasca. Dentro la piscina si aggirano divertiti i visitatori della mostra, mentre da fuori sembra di vederle camminare sotto l’acqua, senza fluttuare, sottoposte a una inspiegabile forza di gravità.

Piscine da sogno costellano le Maldive, Bali, le Seychelles… In fondo te lo aspetti che si trovino proprio lì, in quei paradisi naturali, che per molte (noi comprese!) restano un sogno. Cosa ne dici, allora, di Londra? Più a portata di mano, vero? Beh, sappi che proprio nella capitale inglese prima o poi merita un tuo tuffo la piscina sorta nella chiesa sconsacrata di Redbridge, periferia Nord Est, che risale al 1893 e apparteneva all’ospedale di Claybury dove un tempo erano curati i malati psichiatrici. Fuori ha mantenuto la sua struttura di mattoni rossi e vetrate decorate, ma dentro, tra soffitti affrescati, colonnati e travi a vista, al centro della navata principale si estende una favolosa vasca di 24 metri, un vero luogo di culto… del benessere.

Foto 5 artiom vallat YVStngSE5KU unsplash

Se l’azzurro (da sogno) tinge un bikini…

La verità è che non ne abbiamo mai abbastanza dell’azzurro e della serenità che ispira. E allora, cosa aspetti a scegliere il tuo nuovo bikini Bolamì nella sfumatura dell’acqua cristallina? Realizzato all’uncinetto con tanto amore e tanta sapienza dalle magliaie di Bologna, è in puro cotone sottoposto a diversi finissaggi hi-tech per stabilizzare la tinta così che non si rovini. Ma tu non indossarlo per lunghe nuotate nell’acqua clorata, fatti furba.

Bolami Alba Fiordaliso

Mettitelo quando esci dall’acqua, quando i tuoi muscoli tonici, la tua aria soddisfatta e la tua pelle ancora illuminata dalle goccioline ti faranno assomigliare a una sirena. Mettitelo per prolungare gli effetti benefici di dorso, rana e stile libero. Mettitelo quando ti allontani dalla vasca ma senti che l’elemento liquido già ti manca. Mettitelo quando hai voglia di infinito. Per essere tu l’anello di congiunzione perfetto tra l’azzurro dell’acqua e quello del cielo.

Foto 7 annette batista day op5zrC8iaDQ unsplash